Varie edizioni del Maha-bharata

Messaggio

Nandanandana Das
Haribolllll Manonatha. Quello che hai riassunto tu mi piace, anche se breve.
Non so se conosci quello tradotto da Gnoli, una vecchia pubblicazione anni sessanta in italiano antico. Molto bello, l’edizione più completa che conosco e anche decente.
Omaggi

 

Risposta

Hare Krishna Nandanandana.
Non conosco l’edizione di cui mi parli e quindi non posso dirne niente. Ma non credo che sia un’edizione completa, cioe’ di tutti i 100,000 e passa di versi. Di questo si parlava.

Suppongo sia un riassunto narrativo di qualche centinaia di pagine della storia principale come ce ne sono tante in inglese.
Mi pare di capire poi (altrimenti l’avresti menzionata) che non hai letto la mia edizione del Maha-bharata che ho pubblicato agli inizi degli anni 90. La trovi qui:
https://www.kadachaeditions.com/art/maha-bharata-italiano-cartaceo/

 

Inoltre sarebbe interessante sapere se Gnoli l’ha tradotta dal sanskrito o dall’inglese o se ha fatto un racconto. In linea generale noi diciamo che un traduttore o commentatore di testi sacri deve far parte della tradizione in termini di studi e pratica, o commettere errori anche seri sara’ inevitabile. Personalmente ho riscontrato anche nelle migliori edizioni errori sia filosofici che storici molto gravi.

Ovviamente se uno vuole leggere una bella storia e basta, senza che gli importi di sapere se i fatti siano reali o no, o se un concetto filosofico sia giusto o no, allora va bene tutto.

 

Ricambio gli omaggi.

 

– Manonatha Dasa (ACBSP)

www.isvara.org

 

 

 

 

Comments are closed.