Il quinto sloka tratta dell’accettazione del proprio corpo spirituale

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

Il quinto sloka tratta dell’accettazione del proprio corpo spirituale (siddha-deha). Dopo aver accettato il siddha-deha, uno dovrebbe cominciare il bhajana prendendo rifugio ai piedi di loto di Srimati Radharani e avanzare gradualmente.

Il bhajana compiuto in accordo al sesto sloka indica la scomparsa

I sintomi esterni del bhava, sono descritti nel sesto verso. A questo livello il sadhaka ha già vinto quasi tutti gli anartha.

di quasi tutti gli anartha e introduce l’adhikara (la qualifica) necessaria per ottenere il siddha-deha. Se uno pensa al proprio siddha-deha senza aver raggiunto l’adhikara il suo intelletto sarà sviato.

Se si vuole raggiungere la perfezione si segua attentamente la sequenza indicata dai Siksastaka. Osservando le attività dei sadhu si può acquisire un intelletto puro. Il conseguimento del siddha- deha, ottenuto con un bhajana costante, porta facilmente a gioire del servizio durante il giorno e la notte.

Se si ricordano gli Siksastaka e si pratica lo smarana ed il kirtana in accordo ad essi, progressivamente il servizio asta-kala si risveglierà nel cuore. In quel momento tutte le contaminazioni indesiderate incluse la religiosità, lo sviluppo economico, la gratificazione dei sensi e la liberazione appaiono insignificanti e si ottiene il tesoro dell’amore. Con il canto del santo nome si pulisce lo specchio del cuore. Com’è stabilito dai Siksastaka (1):

ceto-darpana-marjanam

bhava-maha-davagni-nirvapanam

sreyah-kairava-candrika-vitaranam

vidya-vadhu-jivanam

anandambhudi-vardhanam prati-padam

purnamrtasvadanam

sarvatma-snapanam param

vijayate sri-krsna-sankirtanam(11)

Tutte le glorie al santo nome di Sri Krsna, che ha il potere di purificare lo specchio del cuore mettendo fine alle sofferenze della foresta in fiamme dell’esistenza materiale. Questo canto è la luna crescente che apre il loto bianco della fortuna per tutti gli esseri viventi. E’ la vita e l’anima di ogni conoscenza. Il canto del santo nome di Krsna espande l’oceano della felicità della vita trascendentale. Tale canto ha un effetto rinfrescante su tutti e permette di gustare fino in fondo il nettare che da sempre desideriamo.

 

Questa è una sezione del libro “Bhajana Rahasya”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

 

Post view 570 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments