Il mattino seguente

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

 

 Il mattino seguente, i Pandava si alzarono di buon’ora, ma non indossarono i soliti vestiti. Bagnatisi in acque impregante dei profumi più fragranti e copertisi di sete preziose di fattura squisita, si recarono nella sala reale e presero posto sui seggi riservati ai monarchi ospiti.

 Quando entrò Virata e vide il suo compagno, il cuoco, l’eunuco e i due mandriani che sedevano insieme su quelle sedie solenni, si adirò profondamente.

 “Kanka, tu sei un ospite gradito e un caro amico, ma non hai il diritto di sedere sul trono dei Re. E ciò vale anche per gli altri. Perchè vi comportate in questa maniera?”

 Colui che Virata credeva fosse Brihannala l’eunuco, parlò per tutti.

 “La persona che tu conosci come Brahmana e giocatore di dadi è invece degna di sedersi nello stesso trono di Indra. E’ Yudhisthira, il maggiore dei Pandava.”

 Poi, uno dopo l’altro, indicò Bhima, Nakula, Sahadeva, sè stesso e infine Draupadi. Come si può facilmente immaginare, il monarca e tutti i presenti restarono senza parole per la sorpresa.

 Dopo i primi attimi di sbigottimento, ai figli di Pandu furono offerte scuse e grandi onori.

 “Dunque l’eroe che ha salvato mio figlio è Arjuna. E’ lui che devo ringraziare per avergli salvato la vita quando per un atto di spavalderia infantile è voluto correre ad affrontare i Kurava. Ieri ho promesso che a questa persona avrei offerto mia figlia Uttara in sposa e spero che, come pegno di alleanza, voglia accettarla.”

 A quel punto il giovane principe Uttara accompagnò la sorella nella sala del consiglio. Allora Arjuna parlò:

 “Per un anno, grazie alla maledizione di Urvashi, ho potuto vivere vicino a lei come un eunuco e le ho insegnato il canto e la danza. Io sono dunque il suo maestro e non è corretto prendere come moglie la propria discepola. Ma non posso neanche rifiutarla perchè, essendo stati tanto tempo insieme, qualcuno potrebbe dubitare della sua castità e della mia correttezza: sarà la sposa di mio figlio Abhimanyu.”

 I presenti dimostrarono il loro assenso applaudendo alle sagge parole di Arjuna.

 

Questa è una sezione del libro “Maha-Bharata Vol. 1”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

Post view 150 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments