Vidura intervenne.

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

 “Fratello, tutte le persone più sagge, come Bhishma, Drona, Sanjaya, e tanti altri, ti hanno offerto consigli veramente tesi a beneficiarti. E anche io, in questi anni, non ho fatto altro che dirti le stesse cose: non permettere a tuo figlio Duryodhana di muovere guerra contro i Pandava, perchè perderesti tutto. E’ vero che egli possiede immense forze militari; è vero che soldati come Bhishma, Drona, Karna, Bhagadatta e altri sono praticamente invincibili, ma è anche vero che nessuna potenza materiale potrà mai distruggere Brahman, l’energia spirituale della quale Sri Krishna è l’origine. Nessun esercito può contrastare il Signore, il quale è disceso per ristabilire i principi della religione che Asura come tuo figlio hanno ripetutamente calpestato. Egli potrebbe da solo, con un solo gesto, o ancora meglio, semplicemente volendolo, disintegrare le armi celestiali dei tuoi guerrieri. E invece desidera che lo facciano l’arco del suo devoto Arjuna, la mazza di Bhima e quella di Dhristadyumna, e la spada di Sahadeva. Questo solo per accontentare il proprio spirito connaturato di esuberanza interiore, che lo porta a svolgere attività trascendentali in compagnia dei suoi devoti. Ma il destino dei tuoi figli è già segnato. Convinci Duryodhana a fare la pace, a cambiare la propria natura demoniaca, cosicchè il disegno del Signore possa avverarsi senza inutili spargimenti di sangue.”

 A quelle parole Karna e gli altri amici di Duryodhana scattarono come fanno i serpenti quando viene loro calpestata la coda.

 “Chiacchiere! Chiacchiere!” gridò il figlio di Surya. “Ora devono parlare le armi. Krishna ha già promesso che non combatterà, e quindi siamo noi contro di loro, arco contro arco, spada contro spada. Saremo noi a dare la vittoria ai Kurava, e non certo le parole prive di coraggio di un filosofo.”

 Tutti parlavano concitatamente, ma Dhritarastra non ascoltava; il terrore delle braccia possenti di Bhima e dell’arco di Arjuna aveva invaso il suo cuore, privandolo di ogni serenità. Poi si alzò in piedi e rimproverò aspramente il figlio.

 

Questa è una sezione del libro “Maha-Bharata Vol. 1”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

 

Post view 222 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments