Riassunto dell’Udyoga Parva

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

 

Ecco ora il contenuto del quinto Parva, chiamato Udyoga. Mentre i Pandava vivevano a Upaplavya, desiderosi di combattere, sia Arjuna che Duryodhana andarono da Krishna e dissero: “Aiutaci in questa guerra”.

Quando queste parole furono pronunciate, il nobile Krishna rispose:

O migliori degli uomini, scegliete fra me, nelle vesti di un consigliere che non combatterà e un Akshauhini dei miei soldati.

Ignorante di quale fosse la cosa migliore per se stesso, lo sciocco Duryodhana chiese i soldati.

Arjuna scelse di avere Krishna come consigliere, pur non combattendo.

Poi viene raccontato l’arrivo del re di Madra per assistere i Pandava.

 

Il re di Madra era Salya, lo zio dei Pandava. Sua sorella Madri era la madre di Nakula e Sahadeva. Quindi ovviamente voleva combattere nello schieramento dei Pandava. Ma Duryodhana lo ingannò e lo obbligò a schierarsi dalla sua parte.

 

Avendolo ingannato lungo la strada con regali e commodita’, Duryodhana lo indusse a concedergli un favore e per quello chiese il suo aiuto nella guerra.

Si racconta come Salya andò dai Pandava e come consolò Yudhisthira raccontando la vittoria di Indra su Vritra.

I Pandava mandarono dei Purohita dai Kurava. Il potente Dhritarastra, dopo aver ascoltato la storia della vittoria di Indra, inviò Sanjaya dai Pandava per chiedere la pace.

Dhritarastra sentì tutto sui Pandava, i loro amici, Krishna e gli altri e di conseguenza soffrì una grande ansia e insonnia. Vidura dette al re Dhritarastra dei saggi consigli.

Questo Parva contiene poi le eccellenti verità della filosofia spirituale che furono recitate da Sanatsujata al re ansioso e rattristato.

 

Il Sanatsujatiya è un capitolo del Maha-bharata che contiene vere perle di conoscenza spirituale. É come una seconda Bhagavad-gita. Quando arriveremo all’Udyoga Parva lo spiegheremo verso per verso.

 

La mattina dopo alla corte reale, Sanjaya parlò della grande amicizia tra Arjuna e Krishna. Fu allora che quel grande Krishna, mosso dalla pietà e desideroso di portare la pace, si recò lui stesso a Hastinapur, la capitale dei Kuru.

Duryodhana rifiutò l’offerta di pace di Krishna che andava a vantaggio di entrambe le parti. Poi troviamo la storia di Dambhodbhava,

la ricerca di uno sposo da parte di Matali per la figlia. Seguono poi la storia del grande Rishi Galava,

la storia dell’addestramento del figlio di Vidula, dopo aver sentito parlare del consiglio malvagio di Duryodhana, Karna e di altri,

l’esibizione da parte di Krishna dei suoi poteri Yoga ai re, dopo i quali prese Karna sul suo carro e gli dette buoni consigli.

La storia dell’orgoglio di Karna che rifiuta di seguire i consigli di Krishna e i racconti del castigatore dei suoi nemici e di Krishna che torna a Upaplavya da Hastinapur.

Qui racconta ai Pandava tutto quello che era successo. A quel punto i potentissimi Pandava, dopo essersi opportunamente consultati tra loro, cominciarono a fare tutti i preparativi per la guerra.

Seguono poi la marcia della fanteria, della cavalleria, degli elefanti e degli aurighi di Hastinapur, la revisione delle truppe da entrambe le parti, il racconto di Duryodhana che invia Uluka dai Pandava.

Viene descritto il giorno prima della grande battaglia e, quindi, viene raccontato il numero degli aurighi di classi diverse. Poi arriva la storia di Amba.

Queste sono le questioni su cui si è soffermato il quinto Parva del Bharata, pieno d’incidenti riguardanti sia la pace che la guerra.

Oh Rishi, il grande Vyasa ha composto questo Parva in centottantasei capitoli. Il numero di sloka è seimilaseicentonovantotto.

 

Questa è una sezione del libro

Il MAHA-BHARATA, ADI PARVA ** Verso per verso con le spiegazioni Bhaktivedanta ** Vol. 1 di 4”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

 

 

Post view 214 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments