Poche parole, ma utili, dal libro “La Filosofia del Bhakti Yoga”

posted in: DB, Italiano, Kadacha ITA 0

Siamo perfettamente consapevoli del fatto che la gente comune, alla quale questo testo è indirizzato, avverte un certo disagio nei confronti della filosofia. Spesso vediamo che, al solo nominare questo termine, la gente storce il naso e fa dichiarazioni come “io non ci capisco niente, non è per me.”

 

Ma la filosofia non è così difficile come sembra. La filosofia è riflessione, è pensiero. Chi di noi non pensa? chi di noi non si pone domande?

 

La colpa dell’allontanamento della gente dal pensiero e dal dibattito va imputata a una certa categoria di filosofi, insegnanti, traduttori e commentatori che sono convinti che più intricato è il loro pensiero, più incomprensibili sono le loro parole, più gli altri saranno indotti a pensare di essere di fronte a persone straordinarie.

 

Ma lo studio non è uno spettacolo televisivo: il compito principale di un insegnante è di far sì che gli studenti capiscano ciò di cui si sta parlando.

 

Il problema si ingigantisce quando si va a trattare le filosofie orientali, che aggiungono ai disagi appena menzionati quello della lingua e del genere di approccio così diverso dal nostro.

Consapevoli di tutto ciò, ci siamo sforzati di scrivere un libro semplice, che permetta ai più di accostarsi alla filosofia vedica, al pensiero vaisnava dell’India: la bhakti, la filosofia dell’amore divino. Ci auguriamo di esserci riusciti.

 

Naturalmente non si potevano eliminare i vocaboli sanscriti, ma abbiamo approntato un vasto glossario che aiuterà i lettori a muoversi con sufficiente destrezza attraverso le pagine del testo. Vi raccomandiamo di farne largo uso.

 

A chi, nonostante i nostri sforzi, trovi ancora difficoltà, consigliamo di leggere con maggiore attenzione e poi di scriverci ponendoci i quesiti: senz’altro riceveranno maggiori ragguagli.

 

A coloro che invece desiderino lavori più specifici, più tecnici e approfonditi, ci sono testi che soddisferanno anche le loro esigenze.

 

Abbiamo adottato il metodo improntato su domande e risposte con la speranza che la lettura risulti più facile, stimolante e didatticamente più valida. Nella storia della filosofia occidentale e orientale non siamo stati i primi a pensarla in questo modo.

 

Le domande che troverete sono state realmente poste da un vasto pubblico che ha assistito a nostre lezioni e conversazioni.

 

Buona lettura.

 

 

Manonatha dasa (ACBSP)

                                 16 gennaio 1993

 

Questa è una sezione del libro “La Filosofia del Bhakti Yoga”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

 

Post view 575 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments