Ma che significano quelle parole?

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

 

domanda:

Leggevo il programma della festa in onore di Sri Caitanya Mahaprabhu in tutti i Templi, le comunità e le fattorie ISKCON del mondo.

Eccolo il programma:

ore 4.30 Mangala arati;

ore 5.00 Tulasi puja;

ore 5.15 Japa;

ore 7.15 Guru puja;

ore 7.30 Darshan delle Divinità;

ore 8.00 Lezione;

ore 9.30 -13.15 Letture e japa;

ore 13.30 Parikrama;

ore 16.30 Abhisheka;

ore 18.00 Offerta delle preparazioni; ore 18.30 Sandhya arati;

ore 19.00 Prasada;

ore 20.20 Arati.

Mi piacerebbe sapere cosa significano queste parole… a quali riti corrispondano… conosco il japa… ma il resto per me è arabo…. mi sapete indicare dove è possibile avere queste notizie? (internet o libri.) Grazie

Alex,

Hare Krishna mar 2002 –

Risposta

Mangala arati

è la cerimonia che si svolge al mattino, a cominciare alle ore 4.30. Durante quel periodo si cantano vari mantra-

Tulasi puja

La cerimonia di onore a Tulasi Devi, la pianticina della devozione, tanto cara a Sri Krishna

Japa;

letteralmente “mormorare”. Durante quel periodo i devoti recitano il mantra Hare Krishna a voce bassa, il sufficiente per potersi ascoltare, aiutandosi con una mala, cioè una corona.

Guru puja

la cerimonia in onore del Maestro spirituale. Darshan delle Divinità

a quell’ora le tende, che erano sgtate chiuse, vengono

riaperte per mostrare le Divinità sull’altare, e ci son oancora kirtana (canti) devozionali.

Lezione

un devoto legge un verso dello Srimad-Bhagavatam (uno dei testi sacri più importanti) e ne dà una propria spiegazione.

Letture e japa;

si legge e si spiega ulteriormente dalle Scritture e si canta ancora Hare Krishna in forma privata.

Parikrama;

lett. “andare intorno”, si fa una procesione in genere con le Divinità portate su un palanchino attorno al Tempio.

Abhisheka

con questa cerimonia, le divinità vengono svestite, bagnate e rivestite.

Offerta delle preparazioni

durante il giorno i cuochi hano cucinato. Ora le pietanze vengono offerte alle Divinità.

Sandhya arati

Sandh significa congiuzione. Sandhya corrisponde al crepuscolo, al tramonto, e la cerimonia che viene offerta alle Divinità a quell’ora viene chiamata Sandhya arati

Prasada

i devoti “rispettano” (mangiano) le pietanze che sono state offerte alle prima alle Divinità.

Arati

cerimonia di offerta alle Divinità

Manonatha Dasa (ACBSP)

 

Questa è una sezione del libro “Il Microfono di Dio”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

 

 

Post view 315 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments