Il secondo Matsya-Avatara e il re Satyavrata

posted in: Italiano, Kadacha ITA 0

 

Come abbiamo già detto, Matsyavatara (l’Incarnazione-Pesce), era già apparso all’inizio dell’epoca di Svayambhuva Manu. Infatti quando alla fine del kalpa precedente il demone Hayagriva aveva trafugato i Veda, Egli era apparso per riprenderli e riconsegnarli a Brahma.

Alla fine del Caksusa Manvantara ci fu un’altra inondazione e Matsya apparve ancora. Normalmente le grandi inondazioni accadono solo durante la notte di Brahma,

Grandi inondazioni accadono anche durante il giorno di Brahma, per ragioni secondarie. E’ detto che durante il Manvantara di Svayambhuva ci fu una straordinaria inondazione per una maledizione lanciata al figlio di Brahma da Agastya. 


 

ma quella volta il Signore volle mostrare la Sua potenza al devoto Satyavrata scatenando le forze della natura.

Visvanatha Cakravarti Thakura afferma che in quel particolare momento Brahma sentì sonno per un breve tempo. 


 

Matsya-Avatara discese per trascinare la barca che Satyavrata aveva provveduto a riempire di ogni seme, di ogni esemplare di animale e dei saggi principali. Durante la traversata, Egli insegnò la conoscenza vedica a tutti loro. Nella vita successiva, Satyavrata rinacque come il figlio del Deva del Sole. Il suo nome fu Sraddhadeva e divenne il Manu Vaivasvata.

 

Questa è una sezione del libro “Il Libro di Storia Puranica”, in lingua italiana.

Per acquistare il libro completo, clicca qui sopra

Post view 283 times

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe
Notify of
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all comments