30 anni di internet in Italia: la timeline

posted in: Italiano 0
 

 

 

Il 30 aprile 1986 dal Cnuce del Cnr partiva il primo ‘ping’ italiano alla rete americana nata come Arpanet.

 

1986

30 aprile – A Pisa, all’istituto Cnuce (oggi Cnit) del Cnr, avviene il primo collegamento italiano a Internet. Con un collegamento satellitare il computer del Cnuce si collega con Roaring Creek in Pennsylvania. E’ la nascita in Italia della Rete.

1 maggio – Il comunicato stampa del Cnuce sul primo collegamento internet non fu ripreso da nessun giornale italiano.

picture

1987

Aumentano i suffissi nazionali: insieme a .it arrivano .ca, .dk e altri. Già nel 1985 erano nati i .com, .org, .us, .uk. L’anno dopo .fr e .de

Il 23 dicembre viene registrato “cnr.it”, il primo dominio con la denominazione geografica dell’Italia; è il sito del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Picture

1989

Nascono i primi Bbs italiani: i Bullettin Board System sono bacheche telematiche, con un pubblico molto ridotto, ma sono le prime community della storia

Picture

1990

Nascono i primi provider: Agorà, Mc-Link, Galactica. Offrono reti usenet e posta elettronica

Picture

1991

6 agosto – All’estero / Nasce il Web: Tim Berners-Lee manda in linea il primo sito web della storia

Settembre – Nasce ebone, la dorsale europea che per 10 anni ha collegato 27 paesi europei tra loro e con gli Stati Uniti.

Nasce la Garr (Gruppo per l’armonizzazione delle reti della ricerca), la rete che collega gli enti di Ricerca italiana. Il governo stanzia 5 miliardi per il progetto.

Picture

1992

La parola Internet entra nei primi dizionari italiani

Picture

1993

Nascono Vol (Video on line) e Tol (Telecom on line)

Settembre – Nasce il primo sito web italiano: è crs4.it, del Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna.

23 dicembre – La legge 547 introduce nel codice italiano una serie di reati informatici, tra cui la frode informatica

Picture

11 maggio 1994

Nasce C6 multichat, il primo messenger italiano. Prodotto interamente in Italia, era un programma gratuito e permetteva di chattare in tempo reale con amici (netfriend).

La GdF italiana dà il via all’operazione divenuta nota come ‘italian crackdown’: vengono perquisite decine di membri di BBS italiane perché sospettate di pirateria informatica.

Il 31 luglio va online l’Unione Sarda: è il primo sito di un quotidiano italiano.

Picture

1995

Nascono: Amazon.com la prima libreria online e Iol.it, il servizio di posta elettronica di Italia On Line con 115mila utenti attivi, oggi sono 11 milioni. Amazon ha creato poi altri siti in Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina, Brasile, Messico, Giappone e India e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo.

Picture

1996

5 aprile – Repubblica realizza la versione sperimentale del suo quotidiano online: l’occasione sono le elezioni politiche del 21 aprile

Nasce il primo motore di ricerca italiano, Arianna

27 novembre – Viene lanciata Virgilio, la prima directory italiana

Picture

14 gennaio 1997

Va online Repubblica.it Il 10 aprile La Treccani apre il suo sito web.

Il 15 settembre Sergey Brin e Larry Page lanciano Google

Picture

1999

Viene pubblicato Napster, il primo sistema di file sharing di massa. Gli utenti di Internet sono 200 milioni in tutto il mondo.
Nasce Kataweb, il primo portale di servizi online. Gli utenti di Internet sono 200 milioni in tutto il mondo.

Picture

2000

Arriva la fibra ottica di Fastweb

15 gennaio – eBay sbarca in Italia, dopo 6 anni dalla fondazione

24 gennaio – La Presidenza del Consiglio registra il sito governo.it

22 dicembre – Lo studente Gianluca Danesin apre la piattaforma AlterVista

Picture

2001

11 maggio – Viene lanciata Wikipedia in lingua italiana. L’indirizzo originario è italian.wikipedia.com. Solo una settimana più tardi l’indirizzo diventerà it.wikipedia.com

Marco Palombi, autore del sito Splinder, scrive l’articolo La rete solitaria. Da quell’idea nascerà la piattaforma italiana di blogging Splinder.

Picture

2002

Viene chiusa la dorsale ebone, ma le dorsali continueranno a crescere in numero e in potenza per l’aumento incessante di richiesta di banda per fini commerciali e non. Oggi nei mari italiani e nelle città italiane transitano 26 backbone, che collegano l’Italia all’Europa, agli Usa, al Medio Oriente, all’Asia.

Il 16 dicembre viene lanciato il primo set di licenze creative commons, che rivoluzionerà il diritto d’autore sul web.

La Microsoft lancia XBoxLive la console per videogiochi con un successo notevole e una crescita esponenziale dai circa 150 mila utenti registrati solo nella prima settimana, agli oltre 350 mila nei 4 mesi successivi.

Picture

2003

Il boom del web in Italia è raccontato anche dai numeri di Repubblica.it: nel 2003 il sito tocca per la prima volta un miliardo di pagine viste in un anno. Oggi questi numeri si toccano in un mese.

Apple lancia iTunes Music Store: 200.000 brani a 99 centesimi. Risultato, un milione di canzoni vendute nella prima settimana. Lo stesso giorno viene annunciato l’iPod di terza generazione, alla fine dell’anno iTunes esce su Windows e per Natale le canzoni scaricate raggiungono quota 25 milioni

Picture

4 febbraio 2004

Mark Zuckerberg lancia Facebook

Picture

2005

16 gennaio – Primo post sul sito beppegrillo.it

11 febbraio – Pubblicate le norme sulla posta elettronica certificata.

15 febbraio – Va in linea YouTube

1 maggio – Il blog Macchianera aggira gli omissis contenuti nel rapporto americano sulla morte di Nicola Calipari e pubblica il documento integrale. Uno scoop nato tutto sul web.

9 settembre – Wikipedia raggiunge le 100.000 voci in italiano.

Picture

2 gennaio 2006

Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, apre un blog per denunciare la morte del figlio, pestato da quattro poliziotti il 25 settembre 2005. Gli agenti saranno condannati in via definitiva nel 2012.

21 marzo nasce Twitter

10 aprile – In occasione delle elezioni, Repubblica.it supera per la prima volta un milione e mezzo di utenti unici in un giorno.

Picture

2007

Per la prima volta gli utenti italiani che accedono a Internet superano i 20 milioni (dati Istat)

Picture

2008

E’ l’anno del boom italiano di Facebook: rispetto all’anno precedente gli utenti crescono quasi del 1000 percento.

3 ottobre – Wikipedia raggiunge le 500.000 voci in italiano.

Picture

2009

Facebook apre una sede in Italia: a quella data già 11 milioni di persone usano il social di Zuckerberg ogni mese

Picture

2010

28 novembre – Wikileaks pubblica 251mila cablogrammi riservati del governo Usa. Molti di questi riguardano l’Italia e contengono giudizi sul governo Berlusconi. E’ un terremoto per la diplomazia internazionale.

Picture

2011

Per la prima volta accede al web più del 50% della popolazione italiana (dati Istat)

4 ottobre – Alle ore 20 Wikipedia in italiano viene oscurata (per 40 ore) come forma di protesta contro l’obbligo di rettifica per i siti web contenuto nel ddl sulle intercettazioni. Quella norma non venne approvata

Picture

2012

20 maggio – Il terremoto in Emilia mostra l’importanza dei social network, in particolare Twitter, per le informazioni nelle situazioni di emergenza e catastrofi naturali

12 dicembre – Il primo tweet di un Papa: l’account voluto da Ratzinger.

Picture

2013

22 gennaio – Alle 4.50 Wikipedia raggiunge 1.000.000 voci in italiano. La milionesima voce? “8mm (gruppo musicale).

12 febbraio – Arriva in Italia il servizio di streaming musicale in abbonamento (e quindi legale) che ha rivoluzionato l’industria discografica, Spotify

5 giugno – Scoppia lo scandalo Nsa: i giornali, tra cui L’Espresso e Repubblica, iniziano a pubblicare le rivelazioni di Edward Snowden sulla sorveglianza di massa. Anche in Italia.

1 luglio – Da questa data le comunicazioni tra imprese e P.A. devono avvenire attraverso la posta elettronica certificata

Picture

2014

Anche Twitter apre un suo ufficio italiano

27 novembre – Repubblica.it su Facebook ha due milioni di fan

Picture

2015

Per la prima volta accede al web più del 60% della popolazione italiana (dati Istat)

18 settembre – Cessa di funzionare la PostaCertificat@ gratuita offerta dal governo negli anni precedenti.

22 ottobre – Il servizio di streaming video Netflix diventa disponibile in Italia

Picture

2016

4 gennaio – Repubblica.it ha due milioni di follower su Twitter

Oggi esistono 2.934.311 siti con suffisso .it (dato al 21 aprile 2016)

Oggi 32 milioni di italiani usano internet una o più volte a settimana (dati istat)

Oggi 27 milioni di italiani si collegano a Facebook ogni mese.

 

 

#Internet

Post view 62 times from March 2020

Share/Cuota/Condividi:
Subscribe Notify
Notify
guest
0 Adds or Replies
Inline Feedbacks
View all Add or Reply