Register - Registrate - IscrivitiContact - Srila Prabhupada - Biblio - Video - Manonatha Dasa

Manonatha Dasa (ACBSP)Coscienza di Krishna: questione di tempo o sincerità?

Gli scritti, i video e gli audio di Manonatha Prabhu.
Fabien
Active User
Posts: 27
Joined: Tuesday 17 January 2017, 17:36
Rwanda

Coscienza di Krishna: questione di tempo o sincerità?

Postby Fabien » Tuesday 14 February 2017, 9:11

Hare Krishna Manonatha Dasa, per favore accetta i miei più rispettosi omaggi.

La mia domanda è questa: perché nonostante si canti o reciti il maha-mantra Hare Krishna una vita intera a volte non è sufficiente per risvegliare in se la coscienza di Krishna?

Ora non sto dicendo che conosco qualcuno che ha cantato il maha-mantra Hare Krishna per una vita intera e che poi si è reincarnato in qualche corpo materiale privo della coscienza di Krishna.
E' un modo per chiedere perché nonostante il maha-mantra Hare Krishna sia Krishna stesso apparentemente sia necessario tempo prima che la coscienza di Krishna torni.

Noi siamo in questo mondo materiale per via del nostro desiderio egoistico di godere senza Krishna nella posizione di pseudo Krishna, dunque ciò significa che dipende da noi quando ci risvegliamo alla coscienza di Krishna?

Probabilmente siamo così immersi in questo sogno o incubo chiamato vita materiale da così tante vite che è necessario più o meno tempo secondo quanto uno è immerso in questo incubo per risvegliarsi, per tornare alla realtà. Non vedo altra spiegazione.

Tuttavia si deve essere sinceri per poter chiamare Radha o Krishna con efficacia. In questo caso significa che a seconda di quanto uno è sincero Krishna o Radharani rispondono.

Allora il fattore tempo non ha alcuna importanza? Bisogna semplicemente essere sinceri? Ma come si può non essere sinceri nel chiamare Radha o Krishna?


Hare Krishna

Return to “Manonatha Dasa (ACBSP)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest