Register - Registrate - IscrivitiContact - Srila Prabhupada - Biblio - Video - Manonatha Dasa

Manonatha Dasa (ACBSP)Krishna e l'azione disinteressata

Gli scritti, i video e gli audio di Manonatha Prabhu.
Fabien
Active User
Posts: 27
Joined: Tuesday 17 January 2017, 17:36
Rwanda

Krishna e l'azione disinteressata

Postby Fabien » Sunday 29 January 2017, 13:26

Hare Krishna Manonatha Dasa, omaggi a te. Stavo riflettendo così: Nella Bhagavad gita e nelle Scritture come la Bibbia c'è scritto tra le varie norme da seguire di non uccidere. Quelle leggi le segue chi non desidera finire nei mondi infernali. Noi uccidiamo ogni giorno, che siano piante, animali o persone. Ma Krishna dice che se uno svolge il proprio lavoro, compreso il guerriero pensando a Lui e dedicando ogni azione a Lui, quella persona sarà salvata. Ci sono tanti mattatoi nel mondo e tanti macellai, perché questi ultimi finiscono nei mondi infernali se svolgono semplicemente il proprio lavoro ? Sia il guerriero che il macellaio possono scegliere di non uccidere altri esseri viventi, essere vegetariani ed offrire tutto a Krishna. Cosa rende un'azione buona invece che degradante? Uno può fare il macellaio in modo disinteressato ma finirà comunque nei mondi infernali, quindi non è il distacco in se che dona la salvezza, è qualcos'altro: ciò che piace a Krishna e ciò che Gli piace ci fa bene in quanto anime eternamente Sue servitrici. Se ad una persona che serve Krishna gli viene chiesto di servire della carne, cosa succede? La persona può rifiutarsi oppure eseguire l'ordine. Cosa cambia nei due casi se c'è sempre disinteresse? Nel caso in cui il servitore di Krishna accetti forse finirebbe negli inferi nella vita successiva, ma potrebbe anche succedere che se si rifiuti di eseguire la richiesta finisca nei mondi infernali perché si è rifiutato di agire anche se in modo disinteressato. L'azione disinteressata se applicata alla coscienza di Krishna ci libera non altrimenti, anzi, la coscienza di Krishna è azione disinteressata. La domanda che mi pongo è: quando si deve agire e quando ci si deve astenere dall'agire? Hare Krishna

User avatar
Manonatha Dasa
Forum Admin
Posts: 241
Joined: Wednesday 28 December 2016, 13:28
Contact:
United States of America

Re: Krishna e l'azione disinteressata

Postby Manonatha Dasa » Sunday 5 February 2017, 17:09

Ci sono tanti mattatoi nel mondo e tanti macellai, perché questi ultimi finiscono nei mondi infernali se svolgono semplicemente il proprio lavoro?

Anche un assassino esegue un ordine di uccidere e lo fa per i soldi. Quando va davanti al giudice potrebbe anche dire "ho solo seguito un ordine, punite chi me lo ha dato, io sono innocente" pero' non sarebbe una linea di difesa valida.
La Bhagavad-gita insegna ad agire in modo disinteressato sulla base delle leggi divine. Percio' cio' che conta non e' solo come lo fai ma anche cosa fai.

Per questa ragione Krishna lascia in questo mondo sia le Scritture che i Maestri spirituali, i quali insegnano entrambi le cose, sia cosa fare che come farlo.

Quella dell'azione (karma-yoga) e' una grande scienza e la si deve imparare bene.
* Manonatha Dasa (ACBSP)


Return to “Manonatha Dasa (ACBSP)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests