Register - Registrate - IscrivitiContact - Srila Prabhupada - Biblio - Video - Manonatha Dasa

Manonatha Dasa (ACBSP)Krishna non è diverso dal Suo nome - con risposta di Manonatha Dasa

Gli scritti, i video e gli audio di Manonatha Prabhu.
Fabien
Active User
Posts: 28
Joined: Tuesday 17 January 2017, 17:36
Rwanda

Krishna non è diverso dal Suo nome - con risposta di Manonatha Dasa

Postby Fabien » Tuesday 24 January 2017, 6:56

Hare Krishna Mannonatha Dasa, ho una domanda da porti. Ho letto nei libri di Srila Prabhupada che il nome di Krishna non è diverso da Krishna, ma sorgono in me alcune domande come un incendio che divampa. La prima domanda è: perché il nome di Krishna non è diverso da Lui? A tale proposito Srila Prabhupada dice che essendo assoluto sia la forma che il nome di Dio, Krishna, sono identici, allora mi viene da chiedermi: perché i nostri nomi non sono assoluti? Perché sono materiali e noi siamo anime infinitesimali. A questo punto mi chiedo: i nomi delle anime liberate come ad esempio Narada Muni, sono assoluti? Sono identici alla persona in tutto? Qualcosa mi dice che non è molto utile saperlo perché in ogni caso che siano grandi anime o anime infinitesimali, siamo tutti servitori di Krishna, l'Anima Suprema. Dunque ti pongo infine questa domanda: C'è qualcosa, dell'ignoranza che copre la mia coscienza che mi fa credere che il nome di Krishna, la Sua rappresentazione e il Suo nome siano diversi e che non mi permette di assaporare a pieno la sua dolcezza trascendentale. Forse la sto già gustando ma non me ne accorgo :cry: .E' come non poter odorare o vedere oppure odorare e vedere ma credere di essere senza il senso dell'olfatto o della vista. Solo Krishna può rimuovere quell'ignoranza, ma per la grazie del puro devoto e del Guru quell'ignoranza scompare. Io non ho un Guru ma se dovessi cercarne uno ora cercherei te Manonatha Dasa. Perciò ti prego Manonatha Dasa, diventa il mio maestro spirituale. Hare Krishna.

User avatar
Manonatha Dasa
Forum Admin
Posts: 241
Joined: Wednesday 28 December 2016, 13:28
Contact:
United States of America

Re: Krishna non è diverso dal Suo nome

Postby Manonatha Dasa » Wednesday 25 January 2017, 16:21

Ho letto nei libri di Srila Prabhupada che il nome di Krishna non è diverso da Krishna, ma sorgono in me alcune domande come un incendio che divampa. La prima domanda è: perché il nome di Krishna non è diverso da Lui?

Usiamo un'analogia per capire il concetto meglio e prima.
Io costruisco un computer e per metterlo in vendita ho bisogno di spiegare alla gente come funziona, dargli l'assistenza per qualsiasi cosa si rompa, dargli un posto e dei professionisti che possano aiutarlo a risolvere i problemi. A che serve un computer se poi non si sa come usarlo?
Noi veniamo in questo mondo materiale perche' siamo convinti di poter essere felici senza Krishna. Egli sa che non e' cosi e siccome ci ama ci consegna la possibilita' di uscirne. Cosi' ci da' le istruzioni (Sastra, i libri sacri, e il Guru, il maestro spirituale), il luogo dove praticare la coscienza di Krishna (un tempio ma anche una casa qualunque se si trasforma in un tempio), i devoti che aiutano in vari modi.
Fra tutte le pratiche della vita spirituale, il Santo Nome di Krishna e' il piu' importante.
Perche'?
Perche' in varie epoche ci sono vari metodi di realizzazione. In questa, il Kali-yuga, la recitazione dei Nomi di Krishna e' il metodo indicato. "Non c'e' altro modo, Non c'e' altro modo, Non c'e' altro modo". Nastieva nastieva nastieva gatir anyatha (Brihad-naradiya Purana).
nama cintamanih krsnas
caitanya rasa vigraha
purna suddha nitya mukta
abhinnatvad nama naminoh.
Questo verso del Padma Purana ci informa di quanto importante e' il Santo Nome e che non e' differente da Krishna (abhinnatvam).
In questo modo Krishna decide di scendere in Kali-yuga sotto forma di un suono, i Suoi Nomi, e cosi' permetterci la liberazione e la felicita' eterna in una relazione di amore con Lui.


A tale proposito Srila Prabhupada dice che essendo assoluto sia la forma che il nome di Dio, Krishna, sono identici, allora mi viene da chiedermi: perché i nostri nomi non sono assoluti? Perché sono materiali e noi siamo anime infinitesimali.

Nel mondo materiale i nomi delle cose o delle persone sono due cose diverse. Non ti disseti dicendo "acqua". Hai bisogno dell'acqua.
Nel mondo spirituale se dici "acqua" ti disseti perche non c'e' differenza tra sakti e saktiman.
Per un puro devoto dire "Krishna" o trovarsi di fronte a Krishna e' la stessa cosa.


A questo punto mi chiedo: i nomi delle anime liberate come ad esempio Narada Muni, sono assoluti? Sono identici alla persona in tutto?

Se un puro devoto dice Narada Muni e' di fronte a Narada Muni.

Dunque ti pongo infine questa domanda: C'è qualcosa, dell'ignoranza che copre la mia coscienza che mi fa credere che il nome di Krishna, la Sua rappresentazione e il Suo nome siano diversi e che non mi permette di assaporare a pieno la sua dolcezza trascendentale. Forse la sto già gustando ma non me ne accorgo .

Maya copre la tua coscienza e non ti permette di vedere chi realmente sei.
Di conseguenza non puoi neanche gustare il piacere della vita che assaporano i puri devoti. Per arrivare a quello devi diventare un puro devoto.

Solo Krishna può rimuovere quell'ignoranza, ma per la grazie del puro devoto e del Guru quell'ignoranza scompare.

yat kṛpā tam ahaṁ vande
śrī guruṁ dīna-tāraṇam
Per la misericordia del Maestro Spirituale l'impossibile diviene possibile.


Io non ho un Guru ma se dovessi cercarne uno ora cercherei te Manonatha Dasa. Perciò ti prego Manonatha Dasa, diventa il mio maestro spirituale.

Accettare un maestro spirituale e' una cosa seria. Anzi serissima. E' un impegno di una vita intera.
Mi auguro che l'hai pensato bene e a lungo prima di dirmi una cosa cosi'.
Se cosi' e' leggi attentamente questo:
http://www.vrindavana.net/academy/breve ... -italiano/
e torneremo sull'argomento.
* Manonatha Dasa (ACBSP)

Fabien
Active User
Posts: 28
Joined: Tuesday 17 January 2017, 17:36
Rwanda

Re: Krishna non è diverso dal Suo nome - con risposta di Manonatha Dasa

Postby Fabien » Tuesday 31 January 2017, 6:59

Hare Krishna Manonatha Dasa, per favore accetta i miei più rispettosi omaggi. Hai detto che a differenza del mondo materiale nel mondo spirituale non c'è differenza tra sakti e saktiman, cioè se uno dice acqua nel mondo spirituale si disseta. Questo mi fa pensare alla magia, grazie alla quale pronunciando una parola quella si manifesta fisicamente, come l'esempio dell'acqua. So che ci sono diversi tipi di magia ma che in fondo fanno parte del mondo materiale e dunque non sono che un riflesso distorto anche se apparentemente efficace del mondo spirituale. Mi chiedo: se ad un essere del mondo spirituale è sufficiente pronunciare la parola acqua per dissetarsi, allora che senso ha agire, spostarsi per andare a prendere dell'acqua? Uno potrebbe tranquillamente stare in un punto e meditare su Krishna a meno che questa caratteristica, questa abilità sia qualcosa di cui usufruire quando è proprio necessario ad esempio quando un essere del mondo spirituale si trova molto lontano da casa ed assetato, ma per quale ragione i corpi spirituali dovrebbero avere una tale debolezza? In effetti i corpi spirituali sono sat-cit-ananda: pieni di conoscenza, felicità ed eternità. Se i corpi sono eterni perché dovrebbe esserci la necessità di dissetarsi o mangiare? Io non conosco la risposta ma credo che sia semplicemente per fare l'esperienza, per aggiungere qualcosa di giorno in giorno, ammesso che il tempo passi trascorra in qualche modo anche nel mondo spirituale, di nuovo. Per rendere variegata ogni giornata. Questo sarebbe il fine di dissetarsi e mangiare in questo mondo se i nostri corpi fossero eterni, probabilmente mi sfugge qualcosa. Comunque la mia domanda è: in questo mondo ci si può sfamare e dissetare cantando o recitando il maha-mantra Hare Krishna che è Krishna stesso ? Se sì come? Io recito e canto il maha-mantra Hare Krishna ma ho lo stesso fame e sete. Non desidero dissetarmi e sfamami grazie al maha-mantra. Si deve essere puri devoti perché avvenga quell'effetto o "magia"? Penso che non sia così perché ad esempio Sri Caitanya Mahaprabhu mangiava e beveva; Egli che era disceso nel mondo materiale per insegnarci come tornare da Lui. Dunque evidentemente non è quello il fine o uno dei fini del maha-mantra Hare Krishna. Non serve a ciò. Sembra la domanda di uno scettico ma al momento non ho altre domande in mente. Hare Krishna

User avatar
Manonatha Dasa
Forum Admin
Posts: 241
Joined: Wednesday 28 December 2016, 13:28
Contact:
United States of America

Re: Krishna non è diverso dal Suo nome - con risposta di Manonatha Dasa

Postby Manonatha Dasa » Sunday 5 February 2017, 17:33

Caro Bhakta Fabien,
Ricevi le mie benedizioni. Tutte le glorie a Srila Prabhupada.


Mi chiedo: se ad un essere del mondo spirituale è sufficiente pronunciare la parola acqua per dissetarsi, allora che senso ha agire, spostarsi per andare a prendere dell'acqua?

Una delle caratteristiche fondamnetali del mondo spirtiali, e quindi anche di noi anime spirituali, e' il piacere. Vogliamo emozioni. Tutto cio' che succede nel mondo spirituale ha anche questa logica, che si fanno cose per piacere e non per necessita'. Si va in un posto a mangiare perche' e' piacevole, si mangia perche' e' piacevole.

Non e' una debolezza. E' come e' fatta la natura spirtuale.

Io recito e canto il maha-mantra Hare Krishna ma ho lo stesso fame e sete.
Non desidero dissetarmi e sfamami grazie al maha-mantra.

Non ho mai detto che e' sufficiente cantare Hare Krishna e con quello mangi e bevi. Era un esempio per farti capire come funzionano le cose nel mondo spirituale.


Hare Krishna
* Manonatha Dasa (ACBSP)


Return to “Manonatha Dasa (ACBSP)”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest