Gli AcaryaE' del tutto naturale arrendersi al padre

Solo gli scritti di Srila Prabhupada, Srila Bhaktisiddhanta, Srila Bhaktivinoda Thakura e degli altri grandi maestri della nostra scuola
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable
bhaktaroberto66
Expert User
Posts: 670
Joined: Thursday 19 January 2017, 9:24
Contact:
Italy

E' del tutto naturale arrendersi al padre

Postby bhaktaroberto66 » Sunday 27 August 2017, 13:16

Lettura della Bhagavad Gita 7.11-16 -- New York, 7 ottobre 1966

Questa follia, questa allucinazione, questa illusione del mondo materiale è molto difficile da superare. Sri Kṛṣṇa dice: "Mam eva ye prapadyante mayam etam taranti te (BG 7.14)". E' necessario capire le miserie delle vita, arrendersi a Kṛṣṇa affermando "Caro Kṛṣṇa, mi sono dimenticato di te per tante vite, ma ora capisco che Tu sei mio padre, che sei il mio protettore. Mi arrendo a Te proprio come un bambino perduto che torna dal genitore. Mio caro padre per un malinteso mi sono allontanato dalla tua protezione e ho sofferto. Ora ritorno da te". Il padre lo abbraccerà e gli dirà: "Mio caro ragazzo sei tornato. Sono stato tutti i giorni ansioso per te. Sono così felice che sei ritornato". Il padre è così gentile. Noi ci troviamo nella stessa posizione e dobbiamo abbandonarci al Signore Supremo. Non è certo difficile. Arrendersi al padre per il figlio è una cosa molto difficile? Pensate che sia un lavoro così difficile? Per il figlio é del tutto naturale abbandonarsi al padre. Non é umiliante. Il Padre è sempre superiore. Quindi, se tocco i piedi di mio padre, se mi inchino davanti a lui, realizzo una cosa gloriosa. Non c'é nessuna difficoltà. Perché non dovremmo abbandonarci a Kṛṣṇa?

Quindi questo è il processo: "Mam eva ye prapadyante". Quando tutti questi esseri viventi smarriti si abbandonano a me, mayam etam taranti te (BG 7.14), non provano più le miserie della vita. Essi immediatamente ottengono la protezione dal padre. Troverete alla fine della Bhagavad-gita il verso: "Aham tvam sarva-pāpebhyo mokṣayiṣyāmi mā śucaḥ (BG 18.66)". Quando il bambino è sul seno della madre ella lo protegge. Se ci sono pericoli la madre è pronta a dare la sua vita in primo luogo per la vita del bambino. Allo stesso modo, quando noi siamo sotto la protezione di Dio, non c'é più nulla da temere.

[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Return to “Gli Acarya”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest